Decreto Milleproroghe, importanti novità per l’agricoltura

Approvati alcuni emendamenti su patentini per l'utilizzo di fitofarmaci e incentivi per impianti a biogas

Finanziamenti agevolati per le aree colpite dal sisma del 2012, validità dei patentini per l’utilizzo di fitofarmaci e incentivi per impianti biogas: sono le principali novità introdotte alla Camera in tema di agricoltura nel corso della conversione in legge del decreto Milleproroghe. Gli interventi normativi si sommano a ciò che è già previsto dal testo, ovvero la proroga dell’esonero degli obblighi di presentazione della documentazione antimafia per gli aiuti di Stato inferiori a 25mila euro; l’estensione al 2021 dei contratti a tempo determinato dell’Eipli; la sospensione delle procedure di recupero degli aiuti concessi agli zuccherifici e del termine per l’accreditamento degli organismi autorizzati a svolgere le funzioni di controllo e certificazione dei vini Dop e Igp.

«Si tratta di risultati importanti per l’agricoltura italiana, nonostante il delicato momento politico», sottolineano il presidente della commissione agricoltura della Camera Filippo Gallinella e il deputato del Movimento 5 Stelle Giuseppe L’Abbate, già sottosegretario alle politiche agricole del governo Conte II. Tra tutti, per Gallinella, la proroga per l’utilizzo dei finanziamenti agevolati alle imprese agricole e agroindustriali colpite dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012: «I danni economici dovuti alla pandemia rischiano infatti di danneggiare ancor più duramente queste imprese, dilatando i tempi per l’erogazione che possono richiedere anche due anni».

Per quanto riguarda la validità dei patentini per l’utilizzo di fitofarmaci, aggiunge L’Abbate, «la proroga dei certificati di abilitazione in scadenza nel 2021, già prevista per il 2020 dal decreto Rilancio, si è resa necessaria per assicurare l’effettivo espletamento dell’obbligo formativo per il rinnovo delle abilitazioni, reso impossibile dal perdurare della pandemia. A ciò si è aggiunta l’importante proroga in ottica di green e di transizione energetica, ottenuta grazie a un emendamento del collega Gianpaolo Cassese (M5s), degli incentivi alle imprese agricole per gli impianti di biogas con potenza inferiore a 300 kw alimentati con sottoprodotti provenienti da attività di allevamento, agricole, agroindustriali e della silvicoltura».

Soddisfatte, in particolare in relazione al biogas, le associazioni agricole Coldiretti e Confagricoltura.

fonte: Ansa

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter