Nel 2011 gli italiani mangiano di meno

Istat: calati del 4% gli acquisti dei prodotti agroalimentari, ma sale l\'attenzione sulla loro provenienza

Quest’anno gli italiani stanno mangiando di meno. Almeno, questo è ciò che è emerso dai dati Istat e Ismea relativi ai consumi alimentari del primo trimestre del 2011, che sono calati del 4% rispetto allo stesso periodo del 2010. In particolare, è la frutta il bene alimentare calato maggiormente (-9%), seguito da pesce (-8%), pane (-7%), latticini (-6%) e carni bovine (-5%). Il calo minore è invece quello del vino, sceso solo del -1,3%. Cali minori anche per carne di pollo (-1,9%), pasta di semola (-2,3%), ortaggi e patate (-2,6%) e carni suine (-2,7%).

Ma se gli italiani hanno ridotto i loro quantitativi di cibo, è anche vero che hanno aumentato l’attenzione verso la provenienza degli alimenti: il primo bimestre del 2011, infatti, ha visto un boom degli acquisti diretti dal produttore (+28%) e dei prodotti biologici confezionati (+13%), come ha segnalato Coldiretti prendendo spunto dalle stesse indagini Istat e Ismea.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter