Aiuti aziende zootecniche, stanziati 144 milioni: ecco come averli

Con decreto n. 294546/2022, il ministero delle politiche agricole ha stanziato 144 milioni di euro destinati alle aziende zootecniche al fine di attutire gli effetti sui costi dei mangimi e dell’energia causati dalla guerra tra Russia e Ucraina. Gli aiuti sono concessi alla zootecnia da latte (vacche da latte), bufalina (bufale da latte) e da carne (vacche nutrici e capi macellati).

I beneficiari del sostegno sono gli agricoltori che rientrano nella categoria dei produttori delle seguenti filiere di allevamento:

  • Vacche da latte appartenenti ad allevamenti di qualità: 44,13 euro/capo
  • Vacche da latte di allevamenti di qualità in zone montane: 100 euro/capo
  • Bufale da latte: 60 euro/capo
  • Vacche nutrici da carne o a duplice attitudine, iscritte ai libri genealogici o al registro anagrafico: 85 euro/capo
  • Vacche nutrici da carne o a duplice attitudine, iscritte e inserite nei piani selettivi o di gestione di razza: 95 euro/capo
  • Vacche nutrici non iscritte: 44,79 euro/capo
  • Capi bovini macellati, a seconda dell’età: da 22 a 36 euro/capo

Per beneficiare dell’aiuto, le aziende zootecniche devono avere beneficiato del sostegno accoppiato nella domanda unica Pac 2021, rispettato i criteri di gestione obbligatoria relativi al benessere animale ed essere dotate un codice di allevamento attivo a loro intestato nella Bdn dell’anagrafe bovina al 31 marzo 2022.

Non bisognerà fare nessuna domanda per ricevere i soldi, in quanto questo aiuto eccezionale si aggiungerà al sostegno accoppiato 2022 e verrà erogato direttamente dall’organismo pagatore entro il 30 settembre 2022.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter