Fissato il prezzo delle patate da consumo

Le quotazioni vanno da 0,70 a 0,85 euro al chilogrammo

I produttori di patate dell’Emilia-Romagna hanno dato avvio in questi giorni alle prime scavature delle patate da consumo. Le prime verifiche confermano una lieve riduzione della produzioni (tra il -10 e il -15%) causata da un ciclo produttivo più breve a causa dell’andamento climatico anomalo, mentre la qualità è buona.

Va evidenziata la positiva situazione di mercato di questo periodo, favorita dalla scarsa presenza di prodotto proveniente dalle aree pugliesi e campane, dove di fatto sono terminate le scavature. La produzione del viterbese è in ritardo e si prevede l’avvio delle scavature dopo il 25 luglio. La situazione produttiva in Veneto è invece molto simile a quella in Emilia-Romagna e le scavature sono iniziate da pochi giorni.

Da segnalare, inoltre, la sostanziale convergenza a sostenere la strategia basata sulla possibilità di stoccare il prodotto di qualità in "conto deposito", destinandolo al mercato in maniera programmata, in modo da gestire al meglio le vendite nel lungo periodo. Questo meccanismo è peraltro previsto e ben applicato in linea con quanto sottoscritto dal contratto quadro regionale.

Nel frattempo, i produttori hanno deciso di fornire il prezzo di riferimento per il prodotto confezionato. Le quotazioni della patata comune, franco arrivo, sovra imballo incluso sono:

  • Confezioni da 2 e da 2,5 kg: euro/kg 0,82
  • Confezioni da 1,5 kg: euro/kg da 0,85
  • Confezioni da 5 kg: euro/kg da 0,70

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter