Ravvedimento operoso

Termine: giovedì, 16 maggio 2013

Possono avvalersi entro oggi del ravvedimento operoso i contribuenti Iva che non hanno versato entro il 16 aprile 2013, in tutto o in parte, l’imposta a debito risultante dalla liquidazione periodica relativa al mese di marzo; i sostituti d’imposta che non hanno effettuato entro il 16 aprile 2013, in tutto o in parte, il versamento delle ritenute Irpef operate in acconto nel mese di marzo sui compensi corrisposti a lavoratori autonomi e a dipendenti; e i contribuenti Iva che non hanno versato entro il 16 aprile 2013, in tutto o in parte, la seconda rata dell’Iva a saldo per il 2012, dovuta in base al piano di rateazione prescelto, fatta salva la facoltà, per i soggetti che presentano il modello Unico 2013, di versare, entro il termine previsto per il pagamento delle somme dovute in base alla dichiarazione unificata, con la maggiorazione dello 0,4% per ogni mese o frazione di mese di ritardo. Tutti questi soggetti possono regolarizzare la propria situazione pagando entro oggi gli importi dovuti con la sanzione del 3% e con gli interessi di mora del 2,5% rapportati ai giorni di ritardato versamento rispetto al termine di scadenza originario.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter