Pac, 215 milioni di euro da restituire

Bruxelles comunica i fondi male spesi dagli Stati. Per l\'Italia lacune per 28 milioni di euro.

Gli Stati membri dell’Ue devono rimborsare alla Commissione europea ben 215 milioni di euro di fondi indebitamente spesi per la Politica Agricola Comune. Lo ha appena comunicato una nota dell’esecutivo di Bruxelles, che nell’elenco dei fondi male erogati dai singoli Stati ha inserito anche l’Italia, con 28 milioni di euro da restituire alle casse comunitarie.

Il nostro paese è stato carente soprattutto nel calcolo dei diritti all’aiuto, che ha presentato alcune lacune, e nell’integrazione del settore dell’olio di oliva nell’Rpu, piuttosto carente secondo la Commissione europea, che spiega nella sua nota: "Nell’ambito della cosiddetta procedura di liquidazione dei conti, la Commissione europea ha chiesto oggi la restituzione di fondi della politica agricola dell’Ue indebitamente spesi dagli Stati membri per un totale di 215 milioni di euro. Tuttavia, dato che una parte di questi fondi è già stata recuperata presso gli Stati membri e che la Commissione sta rimborsando la Spagna in seguito a una sentenza della Corte su un precedente mancato riconoscimento, l’impatto finanziario netto della decisione odierna si colloca intorno ai 94 milioni di euro. I fondi riconfluiscono nel bilancio dell’Unione per inosservanza delle norme Ue o inadempienze nelle procedure di controllo della spesa agricola. Se infatti gli Stati membri sono responsabili del pagamento e della verifica delle spese della politica agricola comune (Pac), spetta alla Commissione controllare che essi abbiano fatto un uso corretto dei fondi stanziati".

Austria, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lussemburgo, Portogallo, Regno Unito, Romania, Svezia e Ungheria sono i paesi interessati dalla restituzione dei fondi.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter