Calano le entrate degli agricoltori

Su ortaggi e legumi il prezzo pagato ai produttori scende sempre di più, nonostante le quotazioni aumentino.

Coldiretti è sempre pronta a denunciare la speculazione sui prezzi dei prodotti agricoli a danno degli agricoltori, indagando costantemente sui dati statistici pubblicati dai vari enti. Ieri, ad esempio, lo ha fatto con gli ultimi dati Ismea riferiti ad un’indagine Istat sull’inflazione, accorgendosi che nel 2010 il prezzo delle insalate è stato pagato agli agricoltori ben il 18% in meno rispetto all’anno precedente.

Ma questo non è l’unico dato significativo denunciato da Coldiretti: anche i cavoli e i cavolfiori, ad esempio, sono stati pagati il 17% in meno. Il calo è stato comunque generale: le entrate degli operatori agricoli sulla vendita di ortaggi e legumi nel 2010 sono scese in media del -1,2%. Il picco è però stato raggiunto dalle zucchine di serra, che a gennaio 2011 sono scese bruscamente del -20% rispetto allo stesso mese del 2010. E questo nonostante le quotazioni dei prodotti, secondo Coldiretti, siano generalmente aumentate.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter