Ortofrutta italiana sempre piu’ pulita e sana

I controlli ministeriali evidenziano il dimezzamento di prodotti irregolari, ovvero con troppi residui fitosantari.

L’ortofrutta italiana è sempre più ‘pulita’ e regolare. L’ottima notizia arriva dai controlli ministeriali sulla presenza di residui di prodotti fitosanitari nell’ortofrutta italiana e negli alimenti trasformati (vino, olio, miele e pasta), effettuati nel 2010 e resi pubblici solo di recente. Da tali controlli risulta appunto che i campioni irregolari – ovvero quelli con più residui di quanto prevede la legge – l’anno scorso erano appena lo 0,6% del totale: circa la metà rispetto al 2009, quando ammontavano all’1,5%.

Legambiente, che si è occupata di divulgare i dati, ha però anche sottolineato l’aumento dal 15,7% al 18,5% dei campioni che, pur rimanendo nei limiti di legge, presentavano più di un residuo di prodotti fitosanitari. Un dato senza dubbio da evidenziare, ma che tuttavia non basta a oscurare il soddisfacente calo dei prodotti fuori legge.

I dati ottenuti dalle autorità sanitarie sono stati estrapolati da 8078 campioni (nel 2009 erano 8531), una diminuzione dovuta soprattutto alla mancanza di prodotti abruzzesi, molisani e calabresi, che però potrebbero essere inserite con un po’ di ritardo dal ministero della salute. Nell’immagine 2, alleghiamo la tabella elaborata dall’Informatore Agrario per illustrare i dati ministeriali.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter