Contributi Ismea giovani agricoltori, aperto il bando 2021

È stato aperto il nuovo bando Ismea a favore dei giovani imprenditori agricoli. I contributi sono rivolti a giovani tra i 18 e i 41 anni che intendono subentrare nella conduzione di un’azienda agricola o che sono già attivi nel settore da almeno due anni.

Le domande per ottenere i contributi sono presentabili fino a esaurimento fondi e verranno accolte secondo l’ordine cronologico di arrivo.

Nello specifico, le agevolazioni finanziano i progetti di sviluppo o consolidamento nei settori della produzione agricola, della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e della diversificazione del reddito agricolo. L’investimento complessivo del progetto non può superare il massimale di 1.500.000 euro Iva esclusa.

I contributi Ismea per giovani agricoltori saranno concessi attraverso un mutuo agevolato a tasso zero, per un importo non superiore al 75% delle spese ammissibili. Nelle sole regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, in alternativa ai mutui agevolati sarà possibile ottenere un contributo a fondo perduto fino al 35% della spesa ammissibile, nonché un mutuo agevolato a tasso zero di importo non superiore al 60% della spesa ammissibile.

Possono richiedere per ottenere i contribuiti Ismea le micro, piccole e medie imprese agricole organizzate sotto forma di ditta individuale o di società, che siano in attività da almeno due anni e finanziaramente sane, nonché composte da giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni non compiuti. Tali imprese devono inoltre essere soggette a due requisiti specifici: il subentro nella conduzione aziendale e l’ampliamento di aziende agricole esistenti condotte da giovani.

Nel dettaglio, il subentro implica la cessione di un’intera azienda agricola da parte di un’impresa cedente nei confronti di un’altra impresa beneficiaria, a totale o prevalente partecipazione giovanile. Tale cessione può essere a titolo oneroso o gratuito. Anche il trasferimento dei beni e dei diritti può avvenire sia a titolo definitivo (proprietà) che provvisorio (affitto o comodato). Di seguito le caratteristiche che le imprese richiedenti le agevolazioni devono possedere:

  • essere costituite da non più di sei mesi dalla data di presentazione della domanda di ammissione alle agevolazioni;
  • esercitare esclusivamente l’attività agricola;
  • essere amministrate e condotte da un giovane di età compresa tra i 18 ed i 40 anni non compiuti alla data di spedizione della domanda, in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale o di coltivatore diretto; nel caso di società, essere composte, per oltre la metà numerica dei soci e delle quote di partecipazione, e amministrate da giovani imprenditori agricoli in possesso dei requisiti sopra menzionati;
  • essere già subentrate, anche a titolo successorio, da non più di sei mesi alla data di presentazione della domanda, nella conduzione dell’intera azienda agricola, ovvero subentrare entro 3 mesi dalla data della delibera di ammissione alle agevolazioni mediante un atto di cessione d’azienda;
  • avere sede operativa in Italia.

L’ampliamento, invece, non è altro che un’azione di miglioramento, ammodernamento o consolidamento della realtà aziendale esistente, così come si presenta all’atto della presentazione della domanda per le agevolazioni. In pratica, per ricevere i contribuiti le imprese devono sottoporre progetti per lo sviluppo o il consolidamento di iniziative nei settori della produzione e della trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli.

Le imprese che intendono beneficiare delle agevolazioni Ismea devono presentare la domanda esclusivamente con modalità telematica, accreditandosi tramite Pec sul portale dedicato strumenti.ismea.it.

8 commenti

  • Dionigia

    Maggio 13, 2021 at 2:04 pm

    In cosa consiste..questa domanda cosa agevola

    Rispondi

    • Dionigia

      Novembre 23, 2021 at 4:08 pm

      Buon pomeriggio vorrei sapere perché ancora nn hanno aperto il bando per primo insediamento giovanile x compravendita di terreni in sardegna

      Rispondi

  • Annamaria Lucia Vero

    Giugno 9, 2021 at 12:05 pm

    Salve vorrei gentilmente sapere come accedere ha poter partecipare al bando per l acwuisto dei terreni del bando ander 41 in Puglia è dove sono siruati i terreni in vendita. Grazie

    Rispondi

  • Nicola Bellone

    Giugno 17, 2021 at 6:08 am

    Vorrei dare in locazione a mia figlia che ha 39 anni un fondo di circa tre ettari coltivato ad uliveto ed in minima parte a mandorleto in provincia di Palermo.
    Desidero sapere se la locataria del fondo può svolgere altre attività lavorative non connesse all’agricoltura.
    Mi hanno detto di sì ma il bando non recita così.
    Grazie ! Resto in attesa di notizie!

    Rispondi

  • Luigi Asteggiano

    Giugno 23, 2021 at 5:01 am

    Buon giorno , in provincia di Cuneo , ci sono terreni in vendita ?
    Grazie

    Rispondi

  • castiglione salvatore

    Luglio 11, 2021 at 1:26 pm

    buona sera o un azzienda agricola in provincia pa labbiamo da 3 generazzioni vorrei cedere la mia azzienda alla mia compagna di 30 anni per aver piu spiegazzioni con chi mi devo rivolgere

    Rispondi

  • gerardo mariani

    Luglio 12, 2021 at 11:46 am

    nella qualita di presidente di MEDETUR mediterraneo europa turismo sono interessato ad oeganizzare giovani agricoltori nella regione basilicata

    Rispondi

  • Rocco Romagnoli

    Novembre 9, 2021 at 3:55 pm

    Buona sera, un giovane di 28 anni ha intenzione di dedicarsi all’attività di vivaista – garden con acquisto piante e rivendita. Per completare la sua posizione di coltivatore diretto, condurrà in affitto poco più di 1ha di terreno a destinazione agricola. Stando così le cose, può accedere agli aiuti anche se non vi è subentro? Grazie!

    Rispondi

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter