L’invasione dei mandarini cinesi in Europa

L\'importazione dalla Cina di questi frutti, che non hanno le stesse norme sanitarie e costano molto meno, sta provocando il fallimento dei produttori europei

L’Europa è invasa da conserve di mandarini cinesi, e gli agricoltori invitano la commissione Ue a correre ai ripari. I produttori europei di mandarini, riuniti nel Copa e nel Cogeca, hanno infatti diramato un comunicato che chiede alla commissione europea all’agricoltura di «adottare immediatamente misure antidumping contro le importazioni di conserve di mandarini provenienti dalla Cina», poiché «il flusso di quelle importazioni sta avendo conseguenze devastanti sul mercato europeo», considerando che i costi di produzione nell’Ue sono quasi il doppio di quelli della Cina.

Inoltre – aggiungono dal Copa-Cogeca – «quei prodotti non sono tenuti a rispettare le stesse regole e prescrizioni onerose, né tantomeno le stesse norme di sicurezza alimentare imposte in Ue». Se la situazione continuerà così, «le fabbriche saranno costrette a chiudere e gli agricoltori lasceranno il settore, causando maggiore disoccupazione nelle zone rurali, con il rischio di aggravare ulteriormente l’attuale crisi economica». Ma perché le misure ottengano l’effetto sperato, sottolinea il segretario generale del Copa-Cogeca Pekka Pesonen, «le misure antidumping devono essere introdotte immediatamente, con effetto retroattivo a partire dall’inizio della campagna, ossia novembre-dicembre 2012. In caso contrario tutto il settore degli agrumi trasformati sarà messo a rischio».

(fonte: Ansa)

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter