In calo la produzione mondiale di agrumi

Diminuzione maggiore per le arance, mentre aumentano i mandarini. Le stime del Dipartimento dell\'agricoltura degli Stati Uniti

La produzione mondiale di arance è diminuita del 7% rispetto al 2011. Lo afferma l’ultimo rapporto del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (Usda), che ha calcolato a luglio 2012 un totale di 51,1 milioni di tonnellate. La causa principale è il calo di produzione in Brasile, Messico e Unione Europea, mediamente del 12% in meno. Il lieve aumento degli Stati Uniti (8,1 milioni di tonnellate) non basterà a compensare questa importante perdita.

La diminuzione di arance riguarderà principalmente i frutti destinati all’industria di trasformazione. Per il consumo diretto la stima è invece di 28,5 milioni di tonnellate, il 2% in meno rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda le esportazioni, sono stimate in 3,9 milioni di tonnellate, il 3% in meno rispetto al 2011. L’Unione Europea, la Russia e l’Arabia Saudita si confermano i principali importatori di arance.

La produzione mondiale di succo d’arancia è stimata in 2,2 milioni di tonnellate, il -9% rispetto all’anno scorso. In cima alla classifica dei consumi di succo ci sono l’Ue e gli Stati Uniti. Le esportazioni di succo d’arancia saranno inferiori del 5%.

L’Usda ha pubblicato le stime produttive anche del resto degli agrumi: per limoni e lime, la produzione mondiale nel 2012 sarà di 2 milioni di tonnellate (-4% sul 2011), principalmente per colpa del gelo in Argentina e della siccità in Messico, non compensate dal lieve aumento in Ue e Turchia. La produzione mondiale di pompelmi dovrebbe invece superare leggermente quella del 2011, raggiungendo i 5,4 milioni di tonnellate, con aumenti in Cina e Turchia e contrazioni in Usa e Messico.

Infine, la produzione di mandarini e simili è stimata in 22,6 milioni di tonnellate mondiali, il 5% in più rispetto al 2011, con incrementi soprattutto in Cina e in Giappone. Le esportazioni continuano a crescere perché la domanda dovrebbe raggiungere livelli record in mercati come il Canada, l’Indonesia e la Russia.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter