Il Cso amplia la propria base sociale

Mediterranean Fruit Company confluisce nel Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara

Il CSO, il Centro Servizi Ortofrutticoli che operava esclusivamente per le aziende di produzione e commercializzazione associate, oggi amplia la propria base sociale con importanti aziende della filiera che rappresentano un vero fiore all’occhiello italiano per il packaging, le tecnologie e la logistica. Un passaggio importantissimo per il settore ortofrutticolo italiano che vede da oggi, all’interno di CSO, tutti gli attori della complessa filiera produttiva.

Questa integrazione della filiera è una enorme opportunità per il settore, che potrà confrontarsi in un tavolo comune e potrà soprattutto individuare quelle priorità sul versante produttivo ma anche dei macchinari, del packaging, della logistica, che daranno nuova competitività all’offerta nazionale.

L’importante attività di internazionalizzazione portata avanti in questi anni da Mediterranean Fruit Company, dal 1° marzo confluirà direttamente in CSO. Un passo importante per il Centro Servizi Ortofrutticoli di Ferrara che, in questi giorni, ha messo a punto un nuovo assetto organizzativo interno.

Luciano Trentini, dopo un quinquennio al vertice della struttura, ritiene positiva questa nuova fase di CSO e dichiara: "Le sfide che ci attendono e la complessità dei problemi con i quali ci dobbiamo confrontare sia in Italia che in Europa richiedono competenze integrate ed un vero e proprio lavoro di gruppo. Ritengo che sia il momento giusto per creare una esperienza nuova".

Viene istituito un Comitato di Direzione composto da Luciano Trentini  (responsabile relazioni esterne ed europee), Elisa Macchi (responsabile statistica e osservatorio di mercato), Federico Milanese (responsabile relazioni internazionali e filiera), Alessandra Ravaioli (responsabile marketing e comunicazione), Simona Rubbi (responsabile progettazione e sviluppo nuovi mercati) e Marina Moro (responsabile amministrativa). Il Comitato di Direzione avrà compiti di gestione ed esecuzione delle attività, e dovrà coordinarsi con i vertici aziendali e con il Consiglio di Amministrazione.

"Con questa nuova impostazione dirigenziale del CSO – dichiara il consigliere delegato del Cso Mario Tamanti – vogliamo fare un’esperienza innovativa che possa dare risposte sempre più puntuali alla base sociale, nell’ottica di creare quanto più possibile dei servizi a misura delle imprese"

"Siamo di fronte – evidenzia il presidente del Cso Paolo Bruni – ad un periodo di grandi cambiamenti nel nostro settore, e dobbiamo saperci adattare alle mutate condizioni mettendo in campo le risorse del sistema produttivo, la nostra competitività, la creatività e l’esperienza di un paese leader in Europa".

Fonte: comunicato stampa del Cso

(nella foto, da sinistra: Federico Milanese, Elisa Macchi, Simona Rubbi, Paolo Bruni, Marina Moro, Alessandra Ravaioli, Luciano Trentini)

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter