Agrinotizie » NEWS » attualità

Gli anticipi Pac sono stati pagati

Lo afferma il Mipaaf, sottolineando che si tratta di oltre un miliardo di euro.

agricoltura

Il Ministero delle politiche agricole ha presentato nei giorni scorsi il rendiconto delle attività 2016 di Agea e delle nuove azioni messe in campo per migliorare l'efficienza e la trasparenza, annunciando che Agea ha concluso il pagamento degli anticipi 2016 della domanda unica Pac.

Il valore degli importi erogati è di oltre 1 miliardo di euro per circa 500 mila aziende agricole. L'erogazione effettuata ha superato quanto versato per il 2014, ultimo anno della vecchia programmazione (813 milioni di euro), e il 2015, primo anno della nuova programmazione 2014-2020 (731 milioni di euro). Gli anticipi erogati comprendono anche 69 milioni di euro in favore di 33 mila aziende agricole operanti nelle zone del centro Italia colpite dal terremoto ad agosto e a ottobre 2016. Entro il 12 dicembre è stato inoltre erogato il primo saldo della campagna 2016, che ha interessato quasi 144 mila aziende per un importo di 128 milioni di euro.

Nel corso della conferenza è inoltre stata presentata la nuova app Agea progettata, nell'ambito del Piano Agricoltura 2.0, per agevolare gli agricoltori nella consultazione delle informazioni e comunicazioni inerenti la propria azienda. Per la prima volta gli agricoltori potranno seguire lo stato di avanzamento della loro domanda e con un sistema a semaforo saranno indicate nella app, scaricabile direttamente sullo smartphone, le pratiche corrette o le eventuali anomalie che gli agricoltori potranno risolvere contattando i CAA di riferimento o direttamente Agea.

L'app Agea è destinata a operatori agricoli in possesso di credenziali per accedere all'area riservata del SIAN e utenti istituzionali che svolgono attività amministrative utilizzando gli strumenti informatici disponibili nel SIAN, e consente all'agricoltore di scegliere dall'home page quattro opzioni di navigazione (azienda - domande - pagamenti - comunicazioni) nonché di consultare i dati inerenti la propria azienda.

fonte: Mipaaf

Agrinotizie.com, 27/12/2016