Agrinotizie » MACCHINE AGRICOLE » fienagione

Kverneland continua a stupire: grandi novità

Ieri a Castiglione delle Stiviere sono state presentate le nuove macchine per il mercato italiano.

agricoltura

Aprire una finestra sull’innovazione: questo l’intento dell’InnoMatch Meeting, il grande evento tenutosi ieri alla sede di Kverneland Group Italia a Castiglione delle Stiviere (Mantova) per presentare le ultime novità del gruppo norvegese. E quando si parla di innovazione applicata all’agricoltura, Kverneland è l’indiscusso leader del mercato grazie alle soluzioni tecnologiche all’avanguardia che continuamente sviluppa e applica alle proprie macchine vendute con successo in tutto il mondo. Un business che «continuerà a crescere», come ha affermato con convinzione il nuovo CEO Dai Watanabe, «anche grazie all’acquisizione da parte di Kubota che garantirà più sinergia e qualità della produzione». Il colosso giapponese, che ha acquistato Kverneland Group lo scorso dicembre, rappresenta infatti una solidissima leva per il continuo sviluppo di Kverneland, «che oggi dentro Kubota fa parte della terza forza globale della meccanizzazione agricola», come ha sottolineato il presidente di Kverneland Group Italia Arild Gjerde.

Risultati positivi che già sono emersi ieri, con la presentazione al mercato italiano (nel quale Kverneland Group Italia ha festeggiato proprio ieri il decimo anno di vita) di tanti nuovi modelli di macchine agricole, sempre più performanti, tecnologiche e sostenibili. Interessantissime le novità, a partire dai sistemi come l’IsoMatch Voice Control – un rivoluzionario sistema di guida tramite voce, comunicata al proprio smarphone per far lavorare la macchina in piena sicurezza e semplicità – e l’HGA per il tensionamento idraulico di falciatrici e falciacondizionatrici.

Per quanto riguarda le macchine, tra le novità più importanti a marchio Vicon spiccano i nuovi andanatori Fanex 764, estremamente compatti, veloci e sicuri; e le nuove serie di falciatrici Extra 600 (da 2,8 a 3,2 metri di larghezza di lavoro), Extra 700 (da 3,2 a 3,6 metri) ed Extra 900 (da 2,4 a 3,6 metri, con un nuovo sistema di bilanciamento e un look accattivante). Ma soprattutto ha entusiasmato la nuova serie di rotopresse RF4000, che inaugura una nuova era per Vicon nel campo delle rotopresse a camera fissa dopo il grande successo di quelle a camera variabile.

Passando al marchio Kverneland, desta scalpore l’aratro 2500 i-Plough, il primo aratro isocompatibile che siamo certi stravolgerà il mercato come il gruppo norvegese è abituato a fare, immettendo macchine così all’avanguardia da anticipare di cinque-sei anni la concorrenza che poi è costretta a seguire queste innovazioni.

Tanta attenzione è stata riservata anche alla minima lavorazione, che già oggi rappresenta la direzione giusta per produrre cibo rispettando l’ambiente (e incassando i contributi europei che in maniera lungimirante spingono gli agricoltori ad abbandonare le lavorazioni tradizionali più dannose). A questo proposito, il nuovo Kverneland Kultistrip pieghevole sarà sicuramente un modello apprezzatissimo dal mercato italiano per coloro che decideranno di dedicarsi alla lavorazione a strisce.

Ma questo è solo un accenno delle decine di novità Kverneland e Vicon presentate all’InnoMatch Meeting: «Siamo il riferimento per l’innovazione nella meccanizzazione agricola e continueremo a sorprendere i nostri clienti in questo senso», ha annunciato il general manager di Kverneland Group Italia Eleonora Benassi. Per questo vi invitiamo a visitare il sito www.kvernelandgroup.it e dare un’occhiata a tutte le novità.

Agrinotizie.com, 10/09/2015