Stress idrico, ibridi di mais aumentano rese
Agrinotizie » NEWS » Tecnologia ed Ambiente

Stress idrico, ibridi di mais aumentano rese

Uno studio sugli ibridi di mais di DuPont Pioneer evidenzia notevoli vantaggi in termini di rese per aiutare gli agricoltori a resistere alla siccità.

agricoltura

DuPont Pioneer ha annunciato in questi giorni la pubblicazione, da parte del Journal of Crop Science, di uno studio pluriennale condotto per valutare gli ibridi di mais sotto stress idrico, o in condizioni di scarsità di acqua. I risultati dimostrano scientificamente l’efficacia degli ibridi Optimum® AQUAmax® di Pioneer, che aiutano gli agricoltori a ottenere rese più stabili in condizioni di siccità e un potenziale di alte rese in condizioni colturali favorevoli.

Jeff Rowe, regional director di DuPont Pioneer Europe, ha confermato: «Grazie all’impegno nella ricerca su queste problematiche, DuPont Pioneer sta ottenendo concreti progressi nella comprensione dei fattori che contribuiscono alla tolleranza alla siccità. Ciò permetterà di continuare a fornire agli agricoltori ibridi di mais tolleranti, in Europa e in tutto il mondo».

La comunità internazionale sta affrontando la sfida di produrre gli alimenti in modo sostenibile, che comporta il dover rispondere alle richieste di una popolazione in aumento in un contesto di cambiamenti ambientali avversi. Globalmente, l’acqua è il fattore più limitante per la produttività agricola e alimentare, e ogni anno provoca la perdita di raccolti per 13 miliardi di dollari a causa della siccità.

Anche nell’Unione Europea la scarsità di acqua e la siccità sono fenomeni ampiamenti diffusi e in aumento. Come riporta l’Environment Directorate General della Commissione Europea, la scarsità di acqua in Europa negli ultimi trenta anni ha comportato un costo dovuto alla siccità di 100 miliardi di euro. La Commissione prevede un ulteriore peggioramento della situazione idrica in Europa, se le temperature continueranno ad aumentare per effetto dei cambiamenti climatici.

L’acqua non è più un problema di poche regioni, ma riguarda attualmente tutti i 500 milioni di cittadini europei.

I risultati dello studio

  • Oltre 10.700 aziende agricole americane hanno fornito dati esaustivi, paragonando 78 ibridi Optimum® AQUAmax® con un campione di 4.200 ibridi leader del settore usati dagli agricoltori nella zona denominata Corn Belt.
  • Per quanto riguarda i test in campo, gli ibridi Optimum® AQUAmax® hanno mediamente avuto una resa del 6,5% più alta in condizioni di scarsità idrica e un aumento della resa dell’1,9% in condizioni di crescita favorevoli.
  • In condizioni di scarsità di acqua, gli ibridi Optimum® AQUAmax® hanno dato rese migliori in situazioni ad alta densità di piante (ad esempio più piante per ettaro), se paragonati ad altri ibridi. I vantaggi in termini di resa degli ibridi Optimum® AQUAmax®, confrontati con altri ibridi, sono aumentati con l’aumentare della densità di piante.

Arlo Thompson, maize research director di DuPont Pioneer Europe, ha dichiarato che «i ricercatori di Pioneer hanno condotto questo studio esaustivo come parte del nostro continuo impegno a mantenere o migliorare il potenziale produttivo, a minimizzare i rischi per gli agricoltori quando l’umidità è limitata, e aiutare a rispondere alle richieste di alimenti e mangimi in un sistema sostenibile».

«In Europa commercializziamo i prodotti Optimum® AQUAmax® dal 2012 con enorme successo - continua Jeff Rowe - e nel corso di questi anni sempre più clienti hanno riconosciuto i benefici dei nostri prodotti e del nostro supporto agronomico, a testimonianza del fatto che gli agricoltori europei apprezzano la possibilità di accedere a soluzioni innovative fornite dai nostri nuovi programmi di miglioramento varietale».

Ci si aspetta che la domanda di ibridi Optimum® AQUAmax® in Europa rimanga forte, visto che i prodotti continuano ad avere ottime prestazioni indipendentemente dal clima. EXPO Milano 2015 sarà un’occasione da non perdere per conoscere da vicino l’impegno di DuPont per la sicurezza alimentare e per rendere il cibo più nutriente, più sano e disponibile per tutti ovunque.

comunicato stampa DuPont Pioneer

Agrinotizie.com, 30/03/2015