Chi è Teresa Bellanova, il nuovo ministro dell’agricoltura

teresa-bellanova.jpg
Classe 1958, esponente Pd, ha fatto la sindacalista distinguendosi per la lotta al caporalato.

Teresa Bellanova (nella foto) è il nuovo ministro dell’agricoltura del governo Conte bis, nato ufficialmente ieri con la nomina di 21 ministri. La Bellanova è uno dei nove esponenti in quota Partito democratico, la forza politica che, insieme al Movimento 5 Stelle, forma la maggioranza del nuovo governo.

Nata nel 1958 a Ceglie Messapica (Brindisi), Bellanova ha già ricoperto la carica di viceministro dello sviluppo economico durante i governi Gentiloni e Renzi. Il suo percorso lavorativo inizia come bracciante agricola, poi da giovanissima diventa sindacalista della Cgil in Puglia, dove è stata in prima linea nella lotta al caporalato. Il percorso nel sindacato l’ha portata a ricoprire diverse funzioni: coordinatrice regionale delle donne di Federbraccianti in Puglia, segretaria generale provinciale della Flai (la Federazione dei lavoratori dell’agroindustria), componente della segreteria nazionale della Filtea, con delega alle politiche per il mezzogiorno.

Nel 2006 Bellanova si è candidata alle elezioni politiche per i Democratici di Sinistra e, una volta eletta alla Camera, ha assunto l’incarico di componente della commissione lavoro. Un’attività che ha svolto fino alla scorsa legislatura.

«Allora come oggi la rappresentanza del lavoro e la difesa dei diritti delle persone costituiscono il tratto caratteristico e irrinunciabile del mio impegno politico e sindacale e la mia stessa dirittura di vita», scrive la Bellanova sul suo sito.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter