Prezzi cereali, Usa più competitivi

I prezzi dei prodotti agricoli statunitensi sono in calo, e questo li renderà più vendibili sui mercati

di Sergio Pitzalis

Settimana ancora debole per i mercati internazionali dei cereali. I prezzi dei contratti a termine non trovano notizie fresche in grado di fermarne la corsa.

Mercato internazionale

Per il mercato agricolo americano siamo ormai con prezzi del frumento vicini ai livelli del 2010. Le indicazioni climatiche non pessimistiche per le prossime settimane lasciano molti operatori pessimistici sul fronte prezzi; inoltre le buone notizie provenienti dai raccolti del Sud America non aiutano in tal senso.

In questa settimana sono le novità provenienti dall’India a destare maggiore attenzione. Fonti governative indiane sostengono che sia pronta un’offerta di 120 mila tonnellate di grano tenero con consegna febbraio/marzo. Questo grosso quantitativo di grano sarebbe disponibile, sempre secondo la fonte indiana, grazie a un incremento sostanziale di produzione interna e per una gestione più flessibile del prezzo che incontra così le richieste dei paesi esteri. In tal senso si parla di offerte di grano intorno ai 275-280 $ la tonnellata, ma con possibilità di scendere a prezzi più bassi di altri 20 $ la tonnellata. Al momento l’offerta di grano indiano non interessa la gara in corso in Egitto.

La raccolta di grano in India inizierà a marzo. Tutto questo incide in modo sostanziale sui prezzi dei prodotti agricoli Usa, ma ricordiamo che più scenderanno i prodotti a stelle e strisce e più diverranno competitivi a livello internazionale. Presto dovremo fare i conti con un mercato Usa iper-competitivo.

Mercato europeo

Il calo del milling wheat francese avvenuto in modo così veloce nel corso della scorsa settimana è stato, secondo gli analisti, il modo di rientrare in corsa sulla gara egiziana per l’acquisto di grano. La prima tranche è andata a favore del mercato americano, e ciò ha spinto ad affrettare una riduzione dei prezzi del milling per tornare competitivi a livello internazionale. Infatti i prezzi erano troppo elevati, addirittura maggiori rispetto alle offerte di grano russo, ucraino e rumeno.

Sul fronte delle esportazioni UE-28, per il frumento siamo sulla buona strada per ripetere e migliorare quanto accaduto lo scorso anno. Più problematico sarà rimanere sui livelli esportati di mais e orzo. Qui, la concorrenza estera si fa sentire maggiormente, con prezzi troppo allettanti anche per i nostri commercianti. Al momento l’unico neo di tutta questa situazione è la mancanza di una copertura nevosa sufficiente sui campi Russia e Ucraina, anche se è troppo presto per dire se ciò avrà qualche ripercussione sul grano invernale dei paesi del nord est.

Mercato italiano

Sul fronte interno è ancora stabile il prezzo del nostro grano tenero tipo n° 4 – buono mercantile – p.s. 76/77 kg/hl, c.e. 2%. Alla Borsa Merci di Bologna in quest’ultima settimana il prezzo per tonnellata è oscillato tra 204 e 209 euro. Ancora in aumento il grano duro sulle principali borse italiane:

  • Borsa merci di Bologna. L’oscillazione settimanale è stata tra 254 e 258 euro/tonnellata per la qualità Nord – Buono Mercantile – rinfusa partenza p.s.76/77 kg/hl,c.e.1,5+1,5%, bianc.50/60%, volp.12%, prot. 12% (produzione nazionale 2013).
  • Borsa merci di Foggia. L’oscillazione settimanale è stata tra 265 a 270 euro/tonnellata per la qualità Buono Mercantile (peso min. Kg. 78 per hl; umidità 12%; spezzati max 6%; farinosi 1-2%; bianconati dal 26% al 35%; nulli 0,50%; volpati, max 4%); contenuto proteico min. 11,5%.
  • Borsa Milano (contratto consegna marzo 2014). L’ultimo prezzo trattato è stato di 267 euro per contratto. Trattasi del nuovo strumento a termine sul grano duro, emesso dalla borsa di Milano ma con volumi ancora non sufficienti per decretarne una propria autonomia.

– – –

Sergio Pitzalis è titolare della Gsa (Gann Systems Analysis), che da oltre 10 anni opera sui mercati finanziari e sulle principali borse merci internazionali per offrire un supporto alle aziende agricole. Ogni lunedì cura su Agrinotizie una rubrica in cui analizza il mercato internazionale e italiano dei cereali. Pitzalis offre inoltre delle analisi approfondite sulle tendenze internazionali del mercato dei cereali. Clicca qui per maggiori informazioni o scrivici per contattare Sergio Pitzalis.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter