Kverneland FlexCart, per una semina flessibile

La nuova seminatrice Kverneland Accord ha una tramoggia da 4.300 litri per aumentare le operazioni di semina

La sua parola chiave è "flessibilità". Perché la nuova seminatrice FlexCart di Kverneland Accord è pronta a rivoluzionare il lavoro degli agricoltori grazie alla sua praticità d’uso e alle sue numerose innovazioni tecnologiche.

Presentata di recente, la Kverneland FlexCart è dotata di una tramoggia da 4.300 litri di capacità che incrementa notevolmente le operazioni di semina, ad esempio durante la semina di granoturco su un terreno più vasto precedentemente concimato.

Ma la flessibilità della nuova seminatrice Kverneland Accord sta soprattutto nel montaggio: il macchinario può infatti essere montato con un robusto supporto a croce per trattori con tre punti di attacco che operano con facilità anche con il peso di altri rimorchi.

L’angolo di torsione della barra di connessione, dalla larghezza di traccia fino ai 2850 millimetri, è in grado di ruotare fino a 90° mantenendo comunque l’allineamento fra trattore e albero di trasmissione della Pdp. Inoltre, la FlexCart è provvista di gomme 560-60 x 22.5 e freni ad aria compressa che garantisce una velocità di trasporto di 40 km/h.

La seminatrice FlexCart prevede un attacco ai tre punti del trattore, di Cat II, che permette un collegamento facile e veloce alla seminatrice Optima o alla barra di semina. Il sistema di controllo idraulico può essere trasferito dall’Optima alla coclea di riempimento tramite preselezione dal terminale di controllo. La coclea di riempimento viene così ripiegata idraulicamente. Una valvola singola di controllo con flusso d’olio a ritorno libero aziona la turbina dell’Optima. Il fertilizzante o le sementi sono trasferiti dalla FlexCart alla barra di semina grazie a una turbina azionata idraulicamente.

Numerosi sono i sensori di controllo: i due dosatori del fertilizzante sono controllati da dei sensori per una distribuzione estremamente precisa ed accurata del prodotto, e un altro sensore radar è inserito all’interno del telaio per un controllo esatto della velocità.

L’accesso alla tramoggia è molto semplice, e avviene tramite un’ampia scala di carico e una piattaforma esterna in aggiunta a diversi gradini posti all’interno della tramoggia. Inoltre, è presente un sistema di illuminazione con luci di lavoro che assicura una buona visibilità interna ed esterna alla tramoggia. Un sistema di controllo per le basse quantità di semina, composto da due sensori, assicura la massima sicurezza durante la distribuzione.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter