Cereali, momento ideale per coperture finanziarie

L\'analista Pitzalis dispensa un importante consiglio in occasione dell\'inizio del rimbalzo tecnico dei cereali. Intanto, si festeggia la nascita del primo contratto a termine sul grano duro

di Sergio Pitzalis

Senza dubbio la notizia della settimana è la nascita ufficiale del primo contratto a termine sul grano duro. Borsa Italiana ha emesso il bando per entrare a far parte degli operatori autorizzati a gestire i contratti finanziari e fisici. È il primo passo per colmare quel vuoto economico e finanziario che ci vedeva penalizzati in prima persona, essendo tra i maggiori produttori ed esportatori di grano duro al mondo. Per l’inizio delle quotazioni ufficiali dovremo attendere ancora, ma tra non molto avremo a disposizione un nuovo strumento finanziario con cui lavorare.

Dopo questa buona notizia, su cui avremo modo di tornare, diamo uno sguardo a quanto accaduto ai mercati internazionali. Le notizie poco rassicuranti uscite nelle settimane scorse, riguardanti lo stato di persistente siccità su gran parte del raccolto di grano invernale degli Stati Uniti, registra piccoli miglioramenti in tutto il Delta nella parte orientale del Midwest, lasciando però ancora a secco tutto il Midwest centrale e occidentale per almeno i prossimi dieci giorni. Invece, le notizie di abbondanti e attese piogge in molte aree del Brasile calmano gli animi di molti operatori Usa e soprattutto rallentano la salita dei prezzi dei future di Chicago.

Interessanti anche le notizie provenienti dall’Europa: la France AgriMer conferma il raccolto 2013 per il grano tenero a 4,95 milioni di ettari, con un incremento dell’1,6% rispetto allo scorso anno; l’area del raccolto del grano duro è visto in calo del 6,7%. I paesi che presentano maggiori difficoltà sui prossimi raccolti sono la Germania, il Regno Unito e la Polonia; in modo minore la Francia, la Danimarca e la Svezia.

Commento tecnico: Il recupero atteso del prezzo del wheat si è registrato in modo puntuale e preciso, confermando così una tendenza che potrà trovare terreno fertile anche nei mesi successivi. Per il wheat è stato raggiunto il primo target di prezzo compreso nell’area tra gli 8,00 e gli 8,50 dollari per bushel. Attenzione però: siamo solo all’inizio del rimbalzo tecnico dei cereali, e per un vero ritorno al ribasso dobbiamo attendere ancora. Ricordo come il momento attuale sia ideale per eseguire delle coperture finanziarie sul medio e lungo termine proprio per le aziende agricole. Venerdì sera il contratto sul wheat con scadenza marzo 2013 chiudeva a 7 dollari e 88 cent, mentre il contratto consegna maggio 2013 chiudeva a 7 dollari e 97 cent. Il corn con scadenza marzo 2013 chiudeva a 7 dollari e 26 cent, mentre la consegna maggio 2013 chiudeva a 7 dollari e 27 cent. Il mais rimane ancora in una condizione di backwardation. Intanto cala ancora il prezzo del grano tenero Usa: adesso per acquistarne una tonnellata occorrono circa 325 euro più i costi di spedizione.

Grano Tenero Naz. n.1 Spec. Forza: Al 17 gennaio il prezzo del nostro grano tenero Spec. Forza n.1 è stabile sui prezzi delle scorsa settimana: in particolare alla borsa di Bologna il prezzo è compreso tra 276 e 280 euro/t. Alla data del 15 gennaio, alla borsa merci di Milano, lo stesso tipo di grano è scambiato tra 290 e 302 euro/t. Il grano francese, il Milling Wheat, come ormai sappiamo risente in modo diretto degli sbalzi registrati dai mercati internazionali. Il prezzo del contratto con consegna marzo 2013 chiude a 248,25 euro la tonnellata, tornando di nuovo sul suo supporto primario di 245 euro/t.

– – –

Sergio Pitzalis è titolare della Gsa (Gann Systems Analysis), che da oltre 10 anni opera sui mercati finanziari e sulle principali borse merci internazionali per offrire un supporto alle aziende agricole. Ogni lunedì cura su Agrinotizie una rubrica in cui analizza il mercato internazionale e italiano dei cereali. Scriveteci per contattare Sergio Pitzalis e chiedergli qualsiasi informazione: provvederemo a girargli le vostre mail.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter