Kverneland in prima linea per la nuova agricoltura

Il gruppo norvegese ha presentato la scorsa settimana a Castiglione delle Stiviere gli ultimi prodotti per il futuro dell\'agricoltura

Due giorni per presentare tutte le ultime, importanti novità. Kverneland Group Italia lunedì e martedì, nella sua sede di Castiglione delle Stiviere, aveva tante comunicazioni da divulgare: il mese di ottobre, tra l’annuncio dell’acquisizione totale della Gallignani e la diffusione delle anteprime che verranno presentate all’Eima, è stato certo denso di attività. E così, ad arrivare direttamente dalla Norvegia è stato il presidente di Kverneland Group Ingvald Løyning (foto 2), che sulla Gallignani ha detto: «Nessuno verrà licenziato; anzi abbiamo grandi prospettive di crescita per l’azienda. Ovviamente, prima bisognerà attendere la chiusura della transazione. Questo non è certo un settore i cui i cambiamenti arrivano da una settimana all’altra».

Anche Eleonora Benassi, general manager di Kverneland Group Italia (foto 1), ha ribadito l’importanza dell’annuncio: «Quale altro produttore straniero di attrezzature agricole è così radicato nel territorio italiano? Con noi, i prodotti di Gallignani potranno usufruire di sinergie che prima non erano possibili».

Ma Kverneland Group pensa ovviamente anche al suo futuro; anzi può definirsi a pieno diritto "il futuro dell’agricoltura", come recita lo slogan del gruppo. «Abbiamo più di cinquanta macchine compatibili col sistema Isobus», ha detto Løyning. «L’elettronica è il nostro punto di forza: grazie ai nostri sistemi avanzati, permetteremo agli agricoltori di tutto il pianeta di vivere una nuova agricoltura, fatta di sicurezza per i lavoratori, perfezione delle coltivazioni e rispetto per l’ambiente».

Ha aggiunto Sandro Battini, direttore commerciale di Kverneland Group Italia: «La nuova Pac favorirà la lavorazione conservativa, e noi siamo in prima linea per rispecchiare questa esigenza. Gli agricoltori devono capire che, dotandosi adesso del sistema Isobus, il vantaggio sarà non solo immediato, ma perenne per i prossimi dieci anni». Proprio per questo, Kvernaland ha lanciato il concetto di Im Farming, che mira a far comprendere agli agricoltori il ruolo centrale della tecnologia nell’ottimizzare il lavoro e nel non danneggiare il terreno. Una strategia estremamente innovativa, che tutti gli interessati potranno conoscere all’Eima di Bologna, presso lo stand Kverneland, dal 9 all’11 novembre.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter