Ue: 150 milioni per risarcire gli agricoltori

Contro il batterio killer ancora nessuna conferma, ma nel frattempo Dacian Ciolos tratta sui risarcimenti ai produttori.

Interventi urgentissimi per gli ortofrutticoltori europei a seguito del crollo della domanda delle verdure in Europa per effetto del batterio "killer". E´quanto chiesto con forza dal Parlamento europeo, che proprio lunedi ha affrontato il delicato problema alla vigilia del vertice straordinario dei ministri dell’agricoltura europei. "A Strasburgo la nostra posizione è stata compatta e diretta – dichiara l’On. Giovanni La Via -, sia per fare chiarezza circa l’origine della grave calamità, sia per fornire aiuto alle imprese agricole in difficoltà. Abbiamo invitato ad adottare misure che tutelino i falsi colpevoli in situazioni simili. Capisco che sia molto difficile mantenere la calma di fronte ai numerosi decessi, ma le notizie incerte hanno generato una crisi difficilmente gestibile non solo in Spagna, principale paese imputato, ma in tutti i Paesi produttori di ortofrutta".

Le proposte del commissario per l’agricoltura Ue Dacian Ciolos, lanciate oggi, indicano una prima misura di intervento pari a 150 milioni di euro attraverso l’assunzione in carico della Commissione europea di un terzo del prezzo dei prodotti quali cetrioli, pomodori e lattuga. Protesta però La Via: "E’ purtroppo ben più ampia la gamma dei prodotti che necessitano di misure urgenti. A venire meno è stata la fiducia del consumatore, che non sapendo la reale causa dell’infezione guarda con sospetto a tutte le verdure. Mentre questa drammatica ‘caccia all’untore’ prosegue, noi dobbiamo garantire i produttori agricoli, ancora una volta rivelatisi ingiustamente l’anello più vulnerabile della filiera.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter