Il bio non conosce crisi

Continuano a crescere le vendite di prodotti e bevande biologiche. In Italia il maggior numero di produttori.

Tra i tanti mercati crollati a causa della crisi economica, qualcuno si è salvato. Stiamo parlando dei prodotti biologici, i quali, nonostante la situazione economica avversa, hanno mantenuto le vendite con il segno positivo in tutto il mondo. Negli ultimi cinque anni, infatti, il valore delle vendite di alimenti biologici (bevande incluse) è raddoppiato, arrivando a toccare i 34,6 miliardi di euro secondo le indagini di Organic Monitor. In questo contesto, l’Europa è il continente dove il mercato è più forte: il giro d’affari vale 17,6 miliardi di euro, più che negli Stati Uniti dove il valore è di 15,9 miliardi. L’interesse dei consumatori verso questi prodotti è invece molto scarso in Asia, dove non si raggiunge nemmeno il miliardo.

L’alimentazione biologica oggi incide per il 4% sulle vendite del settore alimentare negli Stati Uniti: una crescita che prosegue tuttora (nel 2009 è salita del 5,2%), anche se con qualche rallentamento dovuto alla crisi economica. Merito anche delle istituzioni americane, che prestano sempre più attenzione a questo tipo di coltivazioni. L’Europa, invece, ha subito maggiormente il contraccolpo, vedendo calare notevolmente il proprio mercato del biologico. La crisi più forte è avvenuta in Gran Bretagna, dove la contrazione è stata del -12,9%, mentre la Germania, lo Stato più forte con i suoi 5,8 miliardi di giro d’affari, ha attenuato le perdite al -1,1%.

Niente paura, però: le prime indiscrezioni sui dati del 2010 parlano di una netta ripresa, anche perchè la fiducia nei prodotti biologici in questo periodo non è mai calata, e di conseguenza il mercato non ha mai smesso di produrre (quello italiano in primis, dato che nel Belpaese si trova il più alto numero di operatori dell’alimentazione biologica, ben 1277). Tutto ciò perchè l’attenzione dell’opinione pubblica verso questo tipo di prodotti è stata ben sfruttata dalle leggi del marketing, tanto che l’alimentazione biologica è diventata una sorta di status symbol, una moda, una messa in mostra del proprio stile di vita attento all’ambiente e al cibo sano. E i falsi prodotti biologici, quelli con un marchio fittizio posto sulla confezione solo per vendere di più, hanno cominciato a fioccare. Agrinotizie ne ha già parlato qui: www.agrinotizie.com/articoli/news.php.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter