La Finanziaria salva 50 mila agricoltori

Il testo, approvato alla Camera, blocca gli aumenti del costo del lavoro che sono la prima causa di licenziamento.

L’agricoltura è salva, arriva la Finanziaria. Dopo l’approvazione della legge di stabilità avvenuta alla Camera, le associazioni di settore stanno già cantando vittoria, seppure il testo debba ancora passare il vaglio del Senato. Tuttavia, nel caso rimanga così com’è, la Finanziaria salverebbe circa cinquantamila posti di lavoro nelle sole aree svantaggiate del settore agricolo. L’aumento del costo del lavoro aveva messo in bilico tante situazioni nelle campagne del Mezzogiorno e delle aree montane; un aumento talmente alto che, se non si fossero prese misure adeguate, le aziende agricole avrebbero potuto licenziare migliaia di persone.

Proprio per evitare questo fenomeno arriveranno misure come le agevolazioni per la piccola proprietà contadina, la stabilizzazione dal 1° agosto 2010 delle agevolazioni previdenziali per le zone agricole svantaggiate, l’abrogazione degli aumenti dell’assicurazione obbligatoria per i lavoratori dipendenti e autonomi e i coltivatori diretti. Il Ministro dell’Economia Giulio Tremonti aveva espresso più volte la necessità di impedire qualsiasi aumento di costo nel settore agricolo, e il testo della nuova Finanziaria ha mantenuto le promesse, guadagnandosi l’approvazione delle associazioni di categoria.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati da *


Chi siamo

Agrinotizie.com è un portale di informazione gratuita dedicato al settore dell’agricoltura, nato nel 2010 come servizio per le imprese agricole e gli operatori del settore.


0549 902240

INVIA UNA MAIL


Seguici su Facebook



Newsletter